Menu

Notizie e curiosità dal web

Sempre più freelance lavorano nei coworking

11 settembre 2018 - Internet e Web
Sempre più freelance lavorano nei coworking

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di coworking. In particolare, questa tipologia viene utilizzata dai freelance, che grazie a questo genere di piattaforme Online oppure uffici condivisi si interfacciano tra di loro e riescono a conquistare una maggior fetta di clienti. Nonostante la fama dei coworking stia crescendo sempre di più, non tutti riconoscono l’efficacia dei coworking. Addirittura, in alcuni casi molti non conoscono affatto l’esistenze di tale sistema. Per comprendere al meglio quindi questo fenomeno, occorre analizzarlo in modo completo, così da avere un quadro chiaro sugli spazi di coworking, capire le potenzialità che hanno e come i freelance possano sfruttare quest’ultimi nel migliore dei modi!

Cosa significa coworking e cosa rappresenta?

In primo luogo, sia per chi conosce già l’argomento, sia per chi è all’oscuro di tutto, occorre comprendere bene cosa significa Coworking e cosa comporta ciò. In effetti, il Coworking non è un altro che una divisione del proprio spazio di lavoro. Una persona, generalmente un libero professionista che magari non ha i soldi oppure le risorse monetarie per permettersi un ufficio, si organizza insieme ad amici oppure colleghi per unire le proprie risorse con quelle degli altri. Insieme poi, decidono di noleggiare uno spazio, un ufficio e di condividerlo lavorando spalla a spalla. Tuttavia, non tutti svolgono la stessa mansione, anzi ognuno svolge il proprio singolo lavoro da libero professionista, curando il proprio portafoglio clienti, gestendo le proprie entrate e risolvendo gli eventuali problemi. In questo senso quindi, il coworking permette di lavorare insieme nello stesso luogo di lavoro, ma allo stesso tempo si è indipendenti dagli altri con i risultati della propria professione che dipendono soltanto dallo sforzo e dall’impegno personale.

Trovare coworking in metropoli è facilissimo e da ora anche nei paesi più piccoli

Il coworking sta crescendo sempre di più e trovare un coworking a Roma o Milano è davvero facilissimo e molte volte sono a poche centinaia di metri. Sembra che il futuro sia destinato a questa tipologia di condivisione lavorativa, tanto che anche nei centri urbani più piccoli vi è parecchio movimento sotto questo punto di vista!

Perché il Coworking è una strategia vincente?

Per diversi freelance, il coworking può considerarsi realmente una strategia vincente. Il primo vantaggio che si ottiene utilizzando questa strategia è quello di dividere le spese relative all’affitto, al consumo e all’impiego dei materiali. Per funzionare bene, un coworking deve avere una meticolosa gestione dei costi al suo interno, in modo che ogni aspetto economico sia bilanciato ed equo.

In questo modo un freelance può svolgere la sua attività in modo ordinato e coordinato, gestendo il suo portafoglio clienti e ricavando anche un cospicuo guadagno da esso. Un’altra cosa che risulta essere fondamentale per far funzionare bene un coworking è la collaborazione tra i membri. È vero che un libero professionista oppure un freelance è come un lupo solitario, a volte non abituato a lavorare con altri colleghi, ma ognuno in situazione di coworking deve dare il proprio contributo. Deve essere gentile con gli altri e se può, deve anche dare consigli agli altri liberi professionisti che sembrano in difficoltà. In alcuni casi poi, potrà servire una mano oppure un consiglio dagli altri per portare al termine il proprio lavoro ed in quel momento si verificheranno i benefici di un’ottima collaborazione in un ufficio che usufruisce di coworking! Infine, è bene ricordare che in un ufficio di coworking, occorre dividere bene lo spazio di lavoro di ogni professionista, in modo che nessuno intralci oppure invada la scrivania del proprio collega. Seguendo questi semplici principi, chiunque potrà avviare un’attivita di coworking tra freelance in modo ottimale e remunerativo!