Menu

Notizie e curiosità dal web

Cos’è l’arredamento Contract?

18 novembre 2018 - Aziende e Servizi
Cos’è l’arredamento Contract?

Negli ultimi anni il termine “arredamento Contract” si fa sempre più sentire ed è diventato, potremmo dire, di uso comune. Ma che cosa significa? Quando parliamo di arredamento Contract, a che cosa stiamo facendo riferimento? Con questo termine si fa riferimento ad un servizio completo, che viene chiamato in genere “progetto chiavi in mano”. Si tratta di una soluzione estremamente utile per chi voglia arredare un locale o una casa bene, ma in tempi brevi, rivolgendosi a professionisti del settore. Per capire al meglio che cosa sia l’arredamento Contract, lo abbiamo chiedo ai responsabili di arredamenti stramenga, una delle aziende più note del centro Italia che tratta Contract da decenni.
Il contract consiste nella fornitura, su commissione diretta o dopo gara d’appalto, di un complesso di prodotti personalizzati o realizzati su misura e sulla base delle esigenze di arredo del cliente, e di tutti i servizi necessari, da realizzare ed installare entro la data fissata dal cliente. In sostanza, grazie all’arredamento Contract è possibile ottenere l’arredo completo di un locale (ma anche di luoghi non commerciali, come musei, aeroporti ecc.) con tanto di fornitura di servizi, in un pacchetto completo che viene consegnato funzionante ed attivo entro un certo lasso di tempo. Quindi è una grande opportunità per tutti coloro che cerchino un servizio su misura delle loro esigenze, pronto da usare, e da qua il termine “progetto chiavi in mano” per delinearne la completezza. Si tratta di una grande opportunità che coinvolge, come progetto di arredamento Contract, diversi attori. Ad esempio studi di architettura, designer d’interni, developer di progetti immobiliari, e via dicendo sono fra gli attori che si prodigano per realizzare un progetto Contract e fornire al cliente o committente tutto quello di cui ha bisogno per arredare al meglio ed in modo funzionale, spesso su misura e in maniera personalizzata, un locale.

Dove interviene l’arredamento Contract?

Il mercato Contract riguarda in genere hotel, alberi di ogni tipo ma anche strutture come aeroporti e stazioni, oppure spazi commerciali (si pensi all’arredo di un ristorante, di un bar, locale o negozio) ma anche luoghi pubblici, come musei, università, e per finire le abitazioni e gli edifici residenziali.
Per le imprese italiane, il settore dell’arredamento Contract è una nuova fonte di opportunità, di lavoro e di successo.
La gestione del progetto deve essere effettuata sempre con il massimo ascolto del committente, perché il progetto va interamente realizzato (a tutto tondo) sulla base delle sue concrete esigenze. Chi gestisce il Contract deve quindi scegliere tutti coloro che si occuperanno della creazione dei prodotti, e deve scegliere i migliori fornitori, seguire la logistica, la gestione, il sevizio anche dopo la vendita. Per poter gestire al meglio un servizio di arredamento Contract, anche se non di grandi dimensioni, è necessario redigere un business plan che tiene sotto controllo le spese.
In Italia il settore dell’arredamento Contract è in fase di sviluppo ma può trovare nuova linfa grazie alla presenza di quel peculiare “Italian style” che tutto il mondo di invidia. La qualità dei dettagli, delle rifiniture, le forme, i materiali ed il design tipicamente italiano possono ricreare dei progetti di arredamento Contract davvero unici, originali e soddisfacenti per i clienti. Punti da tenere in considerazione sono anche l’innovazione, la sostenibilità, l’attenzione alla qualità e provenienza dei materiali con particolare attenzione alle eccellenze italiane, come legno, marmo e ceramica. La lavorazione del made in Italy salvaguarda i prodotti e la lavorazione di qualità italiana per generare un arredamento Contract davvero di ottima qualità e soprattutto che sposi appieno le esigenze del cliente dal punto di vista estetico ma anche funzionale.