Menu

Notizie e curiosità dal web

Come si vernicia un pavimento con una pittura antiscivolo

10 gennaio 2018 - Aziende e Servizi
Come si vernicia un pavimento con una pittura antiscivolo

La vernice antiscivolo è una speciale pittura che serve a rendere i pavimenti meno scivolosi. La composizione chimica delle vernici gommose, infatti, dona un maggior grip, attrito, durante la camminata ed evita di incorrere in scivolate potenzialmente pericolose.

Ma come si applicano queste vernici?

Come applicare la vernice gommosa sui pavimenti di casa o su pavimenti interni

La soluzione della vernice antiscivolo può essere usata per i pavimenti domestici ma, anche, per gli atri delle attività frequentate dal pubblico, ad esempio: hotel, scuole o uffici, così come nei negozi e nei locali di ristorazione. Quando la vernice gommosa per pavimenti deve essere applicata all’interno, l’operazione risulta abbastanza facile.

La prima cosa da fare è pulire perfettamente il pavimento.

Tutto lo sporco e le impurità vanno eliminate, per garantire una buona aderenza della pittura gommosa e per evitare che risulti poco omogenea e piena di dislivelli, a causa di piccoli detriti o polvere, che si incorporerebbero alla vernice.

Per pulire in modo adeguato un pavimento da interni, prima di trattarlo con una vernice gommosa antiscivolo, si può utilizzare un pulitore a vapore, che assicura l’igienizzazione e la rimozione di tutto lo sporco, la polvere, le impurità e la distruzione di germi e batteri.

Bisogna acquistare una vernice specifica per la tipologia di pavimento che si vuole trattare. In commercio, infatti, esiste una specifica vernice gommosa per legno, in caso il pavimento fosse in parquet, così come ne esistono di adatte per ferro, cemento o pavimentazioni di barche.

Quando il pavimento è perfettamente pulito e asciutto, si può procedere a stendere l’adeguata pittura antiscivolo con l’ausilio di un rullo. Il procedimento è molto simile a quello per imbiancare le pareti: si effettuano delle strisce, una vicino all’altra, avendo cura di non sovrapporre troppo i due bordi della rullata ma neanche di lasciare spazi.

Quando la pittura gommosa sarà asciutta, seguendo e rispettando i tempi indicati sulle istruzioni, si deve dare una seconda mano. L’ideale è rullare nelle intersezioni create dalla prima passata: si otterrà, in questo modo, un risultato molto omogeneo e la sicurezza di aver trattato tutto il pavimento.

Se ci sono delle zone di pavimento che non devono essere trattate con la vernice gommosa è necessario, prima di iniziare a pitturare, coprirle adeguatamente con del nastro adesivo largo, che delimiti la zona di pittura da quella che va tralasciata. È importante ricordare che la vernice antiscivolo è molto difficile da rimuovere una volta stesa, quindi bisogna fare attenzione a non utilizzarla laddove non la si vuole.

Come applicare la vernice gommosa sui gradini

I gradini sono una parte di pavimento sulla quale è, spesso, indispensabile applicare una vernice antiscivolo. Soprattutto se sono di materiale molto scivoloso, come il legno, possono diventare pericolosi, specie durante la discesa, soprattutto per bimbi ed anziani.

Per applicare una vernice antiscivolo per gradini si deve seguire lo stesso procedimento di pulizia profonda suggerito per le pavimentazione da interni. La pittura gommosa, sui gradini, va stesa solo sul bordo del gradino stesso: è, infatti, quello il punto più pericoloso, dove il piede deve trovare un appoggio sicuro.

Per realizzare un buon lavoro, fatto a regola d’arte, si può tracciare una linea a matita, alla centimetratura desiderata, su ogni singolo gradino. Dalla linea in poi, verso l’interno, andrà posta una copertura e il bordo, lasciato libero, potrà essere trattato, a rullo o pennello, con la vernice antiscivolo apposita.

Seguendo questa tecnica si otterrà un risultato perfetto, con tutti i gradini pitturati a gomma nello stesso modo e per la stessa misura. Solitamente, la striscia che va resa antiscivolo ha una larghezza di circa 15 centimetri, quanto basta per garantire al piede il giusto grip durante la discesa delle scale.

Come utilizzare la vernice antiscivolo per esterni

Se il pavimento da rendere antisdrucciolo è esterno, il discorso diventa un po’ più complicato. Le zone esterne più importanti da mettere in sicurezza sono, solitamente, gradini e rampe che, specie con la pioggia, possono diventare pericolose. Il materiale più comune delle pavimentazioni esterne è, in genere, il cemento.

Esistono tipologie specifiche di vernice antiscivolo per rampe e per cemento, ed è caldamente consigliato acquistarle, se si devono trattare pavimentazioni specifiche. Il risultato, infatti, è migliore quando si usano prodotti pensati appositamente per la situazione di fattispecie.

Prima di pitturare, il pavimento andrà livellato e reso liscio ed omogeneo. Su una pavimentazione con buchi, dislivelli ed increspature, infatti, la vernice antiscivolo per cemento non aderirebbe bene, col risultato di danneggiarsi e sgretolarsi dopo poco.

In alcuni casi è necessario trattare nuovamente il pavimento con una colata di cemento, livellato e tirato a regola d’arte, che copra le sottostanti imperfezioni. A questo punto, si procede con la pittura gommosa come per le pavimentazioni da interno. A seconda della porosità del pavimento, delle sue condizioni e della qualità della vernice, sarà necessario fare due o tre passate.

Come applicare la vernice antiscivolo per barche

La vernice gommosa trova, nelle imbarcazioni, una delle sue più importanti applicazioni. In barca, infatti, il pavimento è quasi sempre molto scivoloso, perché quasi sempre bagnato o umido.

Per applicare la vernice antisdrucciolo sui pavimenti delle imbarcazioni, basta procedere esattamente come per l’applicazione su pavimentazioni interne. Il pavimento va, quindi, pulito a dovere, lasciato asciugare, e trattato con due mani di vernice antiscivolo per barca, applicata a rullo.