Menu

Notizie e curiosità dal web

Preventivo del trasloco 

10 giugno 2018 - Aziende e Servizi
Preventivo del trasloco 

Prima di traslocare, è sempre utile chiedere un preventivo alla ditta che si ha scelta: o ancora meglio, inviare diversi preventivi con un anticipo di almeno uno o due mesi rispetto alla data dello spostamento, per valutare quale sia il migliore. Per comprendere meglio che tipo di prezzi e servizi può offrire una ditta di traslochi, può essere utile consultare blog specializzati come www.specialistitraslochi.it

Per non arrivare impreparati e fare una scelta ponderata, il consiglio è quello di chiedere i preventivi almeno uno o due mesi prima di traslocare, anche di più se si vuole traslocare all’estero.

In questo modo si avrà la possibilità di valutare con calma prezzi e servizi. Non dimenticate di chiedere con un certo anticipo il preventivo, ma soprattutto di specificare esigenze particolari (ad esempio se la casa è al terzo piano e non ci sono ascensori, è possibile che venga fatto pagare un surplus per l’uso di piattaforme per l’elevazione, o comunque per la difficoltà oggettiva del trasloco). Ma quali sono le singole voci da tenere in considerazione e che possono aumentare il costo del trasloco? Vediamole.

Le voci del preventivo

Le voci da prendere in considerazione nel valutare i preventivi sono: