Menu

Notizie e curiosità dal web

Descrizione degli effetti collaterali delle sigarette elettroniche

28 agosto 2017 - Cultura e Società
Descrizione degli effetti collaterali delle sigarette elettroniche

Si sente molto parlare delle sigarette elettroniche come mezzo per smettere di fumare. È senza dubbio vero che la e-cig è un’ottima modalità per diminuire la quantità di sostanze nocive che si assumono quando si fumano le sigarette; tuttavia è necessario sfatare il mito della sigaretta elettronica ‘che non fa male’. Infatti diversi studi hanno evidenziato che, nonostante il vapore delle sigarette elettroniche non sia paragonabile in quanto dannosità al fumo delle sigarette, che contengono sostanze cancerogene molto pericolose, ciò nonostante neppure le sigarette elettroniche possono essere definite senza rischi, anzi.

Gli studi sugli effetti collaterali

In questo articolo che parla degli effetti collaterali delle sigarette elettroniche, si può notare che esistono una serie di effetti collaterali collegati ad esse, a fianco degli indubbi vantaggi che sono la possibilità di ridurre gli effetti negativi del fumo e di eliminare la nicotina.

La rivista Lancet, nel marzo del 2016, ha dimostrato che le sigarette elettroniche sono del 95% meno tossiche rispetto alle sigarette classiche. Tuttavia, un po’ di tossicità nel vapore delle sigarette elettroniche rimane. Possiamo considerare la e-cig un male minore, ma non uno strumento che tutela il fumatore o che elimina il rischio. Questo è particolarmente vero per le persone che non hanno mai fumato e decidono di passare alle sigarette elettroniche: non si tratta di un modo sicuro di assumere nicotina.

Buona parte degli studi sulla tossicità delle sigarette elettroniche è ancora agli inizi, perché questo strumento esiste da poco e quindi non è possibile valutare gli effetti a lungo termine. Ma la tossicità delle sigarette elettroniche si può esprimere in diversi modi. A breve termine si possono sentire sintomi come secchezza della laringe, tosse. Le sostanze nocive che possono essere prodotte dalle sigarette elettroniche dipendono anche dal calore della bobina della e-cig: esso può formare sostanze come acetaldeide, formaldeide, acroelina.

Le conseguenze dell’uso della sigaretta elettronica

Sembra che le sigarette elettroniche stimolino la formazione dei radicali liberi e di conseguenza promuova l’invecchiamento cellulare; ma una delle scoperte più allarmanti è stata fatta dall’Università di Bologna e sarebbe quella per cui l’uso delle e-cig potrebbe portare a delle modifiche del Dna cellulare. I pochi studi a disposizione sulla sigaretta elettronica, però, non rendono disponibili numerosi dati sui quali confrontarsi e per i quali poter effettuare delle considerazioni scientifiche.

Sembra comunque che i rischi della sigaretta elettronica possano essere anche a lungo termine, ma come abbiamo detto mancano degli studi in materia, dato che questo prodotto si trova sul mercato solamente da qualche anno. La soluzione migliore per chi tenga alla sua salute è quella di smettere del tutto di fumare; ben venga l’uso della sigaretta elettronica se può servire ad arrivare alla cessazione totale del fumo.