Menu

Notizie e curiosità dal web

Processo penale: come richiedere la sospensione della pena

17 ottobre 2018 - Cultura e Società
Processo penale: come richiedere la sospensione della pena

Capisci come richiedere la sospensione della pena con http://avvocato-penalista.milano.it/, il nuovo portale a disposizione degli utenti lombardi.

Troppo spesso l’esperienza della detenzione consiste in una “scissione” tra il mondo della prigione e il mondo oltre le sbarre, dove il primo rischia di connotarsi in modo esclusivamente negativo e il secondo come unicamente benevolo e ormai perduto.

Il sentimento della perdita, che riguarda anche la speranza verso il futuro, si lega frequentemente ad uno stato di disagio che, oltre a sintomi depressivi e di scarsa autostima, può presentare delle distorsioni nella percezione della realtà.

È proprio allo scopo di preservare soggetti che hanno commesso un reato di gravità “trascurabile” dall’ambiente traumatizzante del carcere che è possibile appellarsi alla sospensione condizionale della pena.

Immaginiamo che si tratti di vostro fratello: come trovare un penalista per capire se è possibile presentare domanda di sospensione della pena, e cosa fare?

Da oggi c’è uno strumento in più…

Potreste infatti collegarvi a http://avvocato-penalista.milano.it/ compilando il form di contatto del sito attraverso il quale sintetizzare la situazione e porre domande in merito alla questione specifica.

In questo modo, nel giro di 24/48 ore, si riceveranno delucidazioni in merito, in maniera del tutto gratuita.

L’esperto di diritto penale vi specificherà, ad esempio, che l’istituto è applicabile solo a determinati circostanze, e dunque solo se:

Tra l’altro, se chiedeste cosa accadrebbe presentando domanda, il penalista vi risponderebbe che il Giudice metterebbe alla prova vostro fratello per un preciso lasso di tempo e, se la prova fosse superata, il reato verrebbe dichiarato estinto e la pena sospesa per cinque o tre anni, a seconda che si tratti rispettivamente di delitto o contravvenzione, a condizione che non commetta un nuovo reato.

Qualora questo dovesse accadere, infatti, verrà scontata sia la vecchia pena sospesa che quella inflitta per il secondo fatto illecito.

Tuttavia, un difensore serio e coscienzioso, vi chiarirebbe come la sospensione NON è un diritto ma un beneficio che viene concesso solo su decisione del Giudice, e solo nel momento in cui ritenga il reo incapace di delinquere nuovamente in futuro.

Ma chi è che può svolgere un ruolo cruciale nel presentare fatti e nell’addurre prove a dimostrazione del ravvedimento avvenuto?

Proprio l’avvocato difensore!

È chiaro quindi che dipende anche dalla sua capacità e abilità professionale che la sospensione venga o meno concessa…