Menu

Notizie e curiosità dal web

Arredare la tua casa con i quadri

13 giugno 2016 - Arredamento e Design
Arredare la tua casa con i quadri

L’arte è uno dei modi migliore per esprimere la tua personalità e comunicarla alle persone che visitano casa tua. Attraverso i quadri, a tutti gli effetti “i tuoi muri parlano”: ecco perché è importante che l’ambiente in cui vivi comunichi chi sei in maniera adeguata, scegliendo con cura e attenzione che tipo di dipinti esporre e, soprattutto, come disporli. Se sei un appassionato di arredamento o leggi delle riviste specializzate, magari ti sei chiesto spesso come usare i quadri per personalizzare i tuoi ambienti.

Per questo motivo abbiamo deciso di raccogliere 5 consigli per aiutarti a decorare la tua casa con i quadri. Vediamoli insieme.

1. Scegli la giusta esposizione per i tuoi quadri

Seleziona le pareti più importanti e visibili in casa tua. A prescindere dallo stile che deciderai di adottare per la tua casa, è importante che i tuoi quadri ricevano la giusta attenzione e che abbiano il giusto risalto: per questo cerca di non “affogare” ogni singola parete con dei dipinti, ma lascia anche dei muri bianchi.

Non è necessario appendere qualcosa su ogni singolo muro. Se hai un caminetto, un posto perfetto per affiggere un quadro è la superficie appena sopra di esso, perché attira immediatamente l’occhio e i tuoi ospiti noteranno subito la combinazione tra i due.

2. Rispecchia la dimensione dei muri

Non ha senso appendere un quadro enorme su un muro minuscolo, né un quadro troppo piccolo per una parete enorme. Se hai un muro alto e che si sviluppa in orizzontale, è il caso di sfruttarlo per dei dipinti orizzontali, o magari per una serie di quadri tutti della stessa altezza, affiancati. Viceversa, se hai una parete verticale, cerca di usare qualcosa che riempia lo spazio in altezza.
Il segreto è che, grazie all’uso dei quadri, potrai accentuare l’altezza o la larghezza di uno spazio, facendo percepire l’ambiente come più grande.

3. I colori sono importanti

Prima di scegliere un quadro per una delle tue stanze, pensa a come ti fa sentire il suo colore.
I colori tenui come il blu e il verde sono molto rilassanti e possono andare benissimo per arredare una stanza pensata per il relax, come la camera da letto, ma per un soggiorno o per l’ingresso di casa è meglio scegliere toni caldi come il rosso o l’arancio che faranno sentire molto più a proprio agio i tuoi ospiti, dandogli un simbolico benvenuto nel tuo appartamento.

4. Gioca con gli stili

Non lasciarti schiavizzare dall’arredamento della tua casa, nella scelta dei quadri: l’arte contemporanea si sposa benissimo con un arredamento classico e spesso conferisce un impatto insolito e meno noioso all’ambiente.
Allo stesso modo, un arredamento ultramoderno può trarre beneficio dall’affissione di stampe. La cosa importante è ricercare l’armonia tra i colori, non la coerenza stilistica.

5. La cornice è un ponte tra quadro e stanza

Quando scegli una cornice, al contrario, è importante che si adatti all’arredamento perché la sua funzione è proprio quella di fare “da tramite” tra interno ed esterno del quadro.
Scegline una che si corredi con il colore dei tuoi mobili, che usi lo stesso legno delle sedie o che ricordi la decorazione del pavimento.
Una cornice può essere veramente utile quando si tratta di portare un pezzo d’arte contemporanea all’interno di un contesto classico.

 

Questi erano i nostri cinque consigli per scegliere un quadro per arredare la tua casa. E tu? Cosa hai scelto per il tuo arredamento?

Il tema dell’accessibilità ai disabili è diventato, negli ultimi anni, sempre più un riferimento per le società occidentali, sia dovuto all’aumento dell’età media che a una più generale tutela e considerazione delle persone con disabilità.